Old Boys di Saint Laurent

NEW YORK, Stati Uniti – Dove eravamo esattamente?

Spedire la folla di moda a Jersey City via barca nel 2018 è come spedirli a Brooklyn nel 2008: si lamenteranno solo fino a quando non atterreranno su un terreno solido, realizzando rapidamente che non è troppo lontano, dopo tutto.

Era chiaro che uscivamo sul set – fatto di piastrelle grigio scuro che sembravano pezzi jumbo di Lego – perché Anthony Vaccarello scelse questo particolare molo di Jersey City per la sua prima (soprattutto) uscita di pista per uomini. Il designer, arrivato a Saint Laurent due anni fa, ha iniziato a mettere in scena il suo spettacolo su sfondi iconici. A Parigi, era la Torre Eiffel. A New York, devi lasciare l’isola per farti sparare i soldi. Per il finale, Vaccarello ha mandato i suoi ragazzi in topless, il loro petto spolverato di vernice argento metallizzato, generando un flusso di luce scintillante che ha tenuto il suo contro lo skyline.

Mostrare a New York, prima dell’inizio ufficiale del programma maschile della città, spuntò altre scatole proverbiali. Era, prima di tutto, una dichiarazione dichiarativa. Vaccarello vuole che il mondo sappia che è serio riguardo alla moda maschile – che si è sviluppata abbastanza lentamente dal suo arrivo a casa due anni fa – mentre parla di donne. Ed è successo in Nord America, un mercato in cui le vendite continuano a crescere a ritmi sostenuti: fino al 27% nel primo trimestre del 2018.

I vestiti stessi non erano tuttavia così dichiarativi. Le sue idee principali erano basate su Saint Laurent degli anni ’70, compreso quello che Yves portava se stesso, ma riconfigurato per il cliente contemporaneo che potrebbe essere incline a indulgere in stivali da cowboy con tacco alto, una giacca Safari allacciata, cintura argento concho o un paio killer di jeans bootcut. Ma c’erano anche quelli che ora sembrano i momenti della firma di Hedi Slimane : il jeans incredibilmente magro, aspirato su modelli incredibilmente stretti, con i cappelli in testa e le bandane legate intorno al collo.

Amore o odio per la sua risolutezza , è innegabile che Vaccarello abbia immediatamente impresso le sue collezioni femminili di Saint Laurent con il suo marchio. I suoi sforzi non si sono mai sentiti come una riduzione di Slimane.

In questa collezione da uomo, i raffinati dettagli (come le piume tagliate a motivi floreali e ricamate su un bomber) e una serie di camicette di seta – una fatta in un elegante paisley, un altro tessuto con stelle filanti di filato metallico – furono l’inizio di qualcosa da parlano di. Tuttavia, troppo della collezione sembrava troppo familiare, troppo dipendente da ciò che è venuto prima. L’eccezione era quando le donne indossavano gli abiti da uomo: la relativa rotondità dei loro corpi attenuava ogni sguardo, costringendo l’osservatore a pensarle diversamente.

“Non ho intenzione di rompere qualcosa che non vorrei spezzare per me stesso”, ha detto Vaccarello a una mischia di giornalisti dietro le quinte dopo lo spettacolo. “Sto solo facendo quello che voglio.”

Si potrebbe sostenere che è una buona cosa che questi vestiti non si sentissero nuovi. Saint Laurent ha ambizioni di essere un marchio da 3 miliardi di dollari, e gli stili affidabili e coerenti che hanno coronato con successo i consumatori in passato sono essenziali per la crescita futura. Ma la ragione per cui questo approccio funziona così bene, per esempio, Keringstablemate Gucci è perché c’è un sogno legato alla realtà. Vaccarello ha bisogno di sognare un po ‘di più.