Antiquarium di Boscoreale. Courtesy Parco Archeologico di Pompei

Napoli – Dopo i siti archeologici di Pompei, Ercolano, Paestum e Oplontis, anche l’Antiquarium di Boscoreale si apre ai visitatori della notte.
Da venerdì 14 settembre in quattro appuntamenti a cadenza settimanale le vestigia del passato si animeranno per un percorso speciale, una performance musicale e narrativa creata appositamente per lo spazio museale vesuviano. A definirne l’atmosfera sulle avvolgenti note di Claude Debussy saranno i versi dello scrittore francese Pierre Louÿs, amico di Oscar Wilde e legato ai simbolisti, il cui lavoro è impregnato della fascinazione per l’antichità.
Per chi invece desidera rimanere con i piedi per terra, un testo ispirato alle pagine di Alberto Angela e dello storico Egon Corti racconterà le meraviglie della domus pompeiana di Lucio Cecilio Giocondo.

“Boscoreale. Suggestioni notturne” è concepito come uno spettacolo in movimento, che attraverserà le sale del museo fino all’auditorium. In evidenza, dunque, i reperti provenienti dalle ville di quest’antica località di villeggiatura, coltivazioni e allevamento, ma anche da Pompei, Ercolano e Oplontis, tra testimonianze della vita quotidiana degli antichi abitanti – dalla vendemmia alla cosmesi – e un racconto della flora e della fauna del territorio prima dell’eruzione del Vesuvio.
Le visite notturne a Boscoreale si terranno venerdì 14, sabato 15, venerdì 21 e 28 settembre alle 20.30; saranno accessibili con un biglietto di 2 euro.

Pompei prosegue invece la rassegna “Musica in Terrazza”, che all’apertura serale degli scavi e al suggestivo percorso di luci, abbina l’intrattenimento di concerti live: per questo weekend due appuntamenti all’insegna del jazz e dello swing.