Don Matteo 11, boom di ascolti per la nuova serie con il capitano Anna

12

Dopo una lunga attesa, Don Matteo torna e fa il pieno d’ascolti. Giovedì sera, su Rai 1, è partita la stagione numero 11 della fiction con protagonista Terence Hill e il risultato è stato clamoroso: 8.258.000 spettatori e il 30,5% per il primo episodio, 7.083.000 spettatori e il 32,6% per il secondo. Il prete-detective, andato in onda per la prima volta nel 2000, non ha perso il suo fascino: riesce a fare la predica – mai banale – con parole semplici, attuali, senza giudicare e senza annoiare. Al tempo stesso strappa sorrisi: il maresciallo Cecchini, ovvero Nino Frassica, è la sua spalla perfetta, tra una partita a scacchi, fraintendimenti, gaffe e misteri da risolvere. L’eroe positivo, insieme a un paesaggio da cartolina – la città di Spoleto – e il “the end” consolatorio sono le chiavi del successo di un format ormai assodato dove gli ingredienti della commedia, del giallo e dei sentimenti si fondono alla perfezione. Anche se i tempi cambiano. Infatti, in caserma arriva un capitano donna, guai a chiamarla “capitana”, la giovane Anna Olivieri, interpretata da Maria Chiara Giannetta (l’attrice foggiana già vista in ‘Baciato dal sole’, ‘Un passo dal cielo’ e ‘L’allieva’) porta il tema della parità di genere e del confronto tra i sessi. Non è facile abituarsi alla presenza di un capo donna: in caserma c’è grande fermento, ma Anna fa subito vedere di avere gli “attributi” e fiuto per le indagini, anche se Don Matteo arriva alla conclusione del caso sempre mezzo secondo prima dei carabinieri.

Terence Hill nei panni di Don Matteo (Lapresse)

Terence Hill, tra un mistero e l’altro, deve anche fare i conti con la sedicenne Sofia (Maria Sole Pollio), un’adolescente ribelle con un passato di grande sofferenza, rimasta orfana (ma a Spoleto ritroverà la madre biologica) che si trasferisce a vivere in canonica dove Natalina (Nathalie Guetta) l’avverte subito: “Questo non è un albergo e io non sono una colf”. E nelle prossime puntate la famiglia di Don Matteo si allargherà ancora con l’arrivo del piccolo orfano Cosimo (Federico Ielapi). Delitti, adolescenti ribelli e cuori infranti. Il capitano Anna, felicissima del trasferimento a Spoleto perché così può vivere con il suo fidanzato Gio (Cristiano Caccamo), un brillante avvocato, si scontra subito con una dura realtà: il giovane vuole diventare prete. Per Anna è colpa di Don Matteo, “il prete è sempre nel mezzo”. Intanto, però, fa amicizia con il nuovo pm Marco Nardi, interpretato da Maurizio Lastrico (ex cabarettista di “Zelig”), fascinoso e decisamente fuori dagli schemi che però nasconde una grossa sofferenza per amore. Cupido in azione anche tra la figlia minore del maresciallo Cecchini, Assuntina, e il nuovo appuntato Romeo Zappavigna (Domenico Pinelli). Come la prenderà il maresciallo appena lo scoprirà? E nelle prossime puntate (giovedì 18 gennaio) i carabinieri dovranno indagare su uno strano caso: il ritrovamento di un cadavere non lontano da un night club: la vittima indossa un abito da prete ed è caduta di bicicletta.