Non c’è solo l’hangar dell’aeroporto di Linate scelto per il fashion show di Emporio Armani tra le location inedite dell’imminente fashion week. Sono tanti i marchi che hanno scelto di sperimentare per quanto riguarda gli spazi sfilata, a cominciare da Jil Sander nella fabbrica di panettoni.

Per presentare la nuova collezione del brand tedesco, infatti, Lucie e Luke Meier hanno optato per i suggestivi spazi industriali della ex fabbrica di panettoni Cova, nella periferia nord di Milano, nell’area recentemente ribattezzata Nolo (North of Loreto). Si tratta di una location nuova per quanto riguarda la moda, ma già utilizzata per eventi design durante l’ultimo Salone del Mobile.

Attento alla ricerca e alla sperimentazione anche Byblos, che allestirà la sua passerella in un garage degli anni 50 in via Gorizia, per la prima volta utilizzato per un evento. Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini di Attico continuano nella loro strategia di presentare le loro collezioni all’interno di residenze private.

Questa volta la scelta è caduta su di un appartamento al 29° piano della Torre Breda, più nota come il grattacielo di piazza Repubblica.

Anche Arthur Arbesser, come sempre, non rinuncia a sperimentare quando si tratta di location e per la sua sfilata sceglie una ex fabbrica vicina allo scalo Farini, mai usata per un evento fashion, mentre per la presentazione di Fay, marchio di cui è direttore creativo, si è assicurato gli spazi di Tenoha, il concept store giapponese di via Vigevano.