CONDIVIDI

Montenapo si rifà il look. Miani: «Pronto uno sponsor per coprire il 70% dei costi»

Una nuova pavimentazione, con più spazio pedonale: dopo gli intoppi degli ultimi anni, il restyling di Montenapo riprende quota. In prima linea Guglielmo Miani (Larusmiani), presidente dell’associazione Montenapoleone District: «Abbiamo uno sponsor pronto ad accollarsi il 70% dei costi». «Montenapoleone  è il simbolo di Milano nel mondo e da tempo stiamo lavorando per un progetto di riqualificazione totale, che coinvolge questa via insieme alle strade limitrofe del Quadrilatero. Già in passato avevamo trovato due sponsor, ma per motivi di vario genere e legati soprattutto alle tempistiche, la trattativa non era andata a buon fine». «Ora – aggiunge – possiamo contare sull’appoggio di un altro importante operatore, non del lusso, pronto a sobbarcarsi fino al 70% dei costi di restyling, sgravando così il Comune di Milano e liberando fondi da destinare ad altre aree». L’idea alla base del progetto di rilancio della strada dello shopping a cinque stelle prevede maggiore spazio per il passeggio delle persone, costrette ora su marciapiedi molto stretti e a rischio (frequente) di borseggi: la strada sarà livellata ai camminamenti laterali, con le auto confinate al centro, tra due fila di parigine. Al posto dell’asfalto, nell’epicentro del “Golden Triangle” arriveranno il massello di granito da recupero per le parti carrabili e lastre di granito bianco per i passaggi pedonali, in linea con la tradizione meneghina e le vie adiacenti. Un progetto di riqualificazione elaborato dal settore Arredo Urbano del Comune di Milano, che costa 1,8 milioni di euro e che dovrà essere realizzato in project financing: dopo il via libera della Sovritendenza, l’iter proseguirà con una gara di bando.