CONDIVIDI

Ogni volta che si entra nel mondo di Etro l’avventura, quella più favolosa e suggestiva, magica ed inafferrabile, ci attende con una puntualità che potremmo definire quasi svizzera. Ogni nuova stagione implica, si sa, un viaggio, una nuova esplorazione, un inatteso approdo in qualche terra fatalmente lontana. Incanti e suggestioni che, di volta in volta, si toccano con mano, che in un istante accarezzano od elettrizzano il nostro sguardo.

Per la primavera-estate 2018 è tutto un dispiego sbalorditivo di abiti in madras, di fantasie paisley (da sempre un vero e proprio lietmotif della collezioni Etro) e di giacche militari di cotone su cui campeggiano motivi decorativi che, ancora una volta, evocano, con appassionata dedizione (e questo fa puntualmente la differenza), terre e culture irresistibilmente lontane.