PARIGI, Francia – Sparkle. Sparkle ovunque. Questo è stato il punto focale dello show Balmain di oggi, dal set gloriosamente lavorato al Ministero degli Affari Esteri, reso ancora più brillante grazie alla pavimentazione specchiata, agli abiti sfarzosi, comprese le variazioni accattivanti delle calze scintillanti e dei guanti preferiti dal defunto Michael Jackson. La collezione era in realtà un tributo a Michael Jackson – la colonna sonora è arrivata come bonus – catturata in un look composto da giacca o maglione abbellito, jeans a sigaretta, calze bianche e mocassini.

Ha creato una nuova ed energica evoluzione dei codici di abbigliamento maschile Balmain, che alla fine è passato dal sexy militarismo del passato ad abbracciare strisce da marinaio, motivi universitari e colore. (Il finale nero, un po ‘gotico, dovrebbe essere stato davvero eliminato, perché sembrava un po’ come un tuffo nel passato).

Il messaggio generale era uno di inclusione e una fratellanza di tutti i colori della pelle. È un argomento che la razza mista Olivier Rousteing sente profondamente e sta esplorando sin dal suo primo giorno a Balmain, molto prima degli altri. Esiste un’autenticità a ciò che fa Rousteing che non può essere imitato. Questo è stato uno dei suoi spettacoli più completi finora.