L’anno scorso Coca Cola ha reso omaggio ad alcune delle città più famose del Giappone (tra cui Hokkaido, Tokyo, Kyoto, Setouchi e Kumamoto) con le loro sottili bottiglie regionali, ognuna delle quali presentava opere d’arte che rappresentavano una città o una regione specifica. Quest’anno, il marchio ha lanciato una linea tutta nuova di bottiglie sottili che mostrano Sendai, Nagoya, Chiba, Koshien, Hiroshima e Ishin. Ogni bottiglia è disponibile solo nell’area che celebra, così i collezionisti possono iniziare a pianificare il loro epico viaggio attraverso il Giappone.

La bottiglia di Sendai presenta una presa illustrata sulla statua del Samurai Date Masamune che la città vanta.


A Nagoya, la bottiglia ottiene l’aggiunta di un brillante Kinshachi d’oro – una creatura mitica con la testa di una tigre e il corpo di una carpa. I Kinshachi sono visti sul tetto del Castello di Nagoya.


Il motivo artistico di Chiba è molto più contemporaneo. È la superstrada Aqua Line della Tokyo Bay, che collega Chiba a Tokyo e offre splendide viste sulla baia. L’etichetta presenta anche un surfista come riferimento ai famosi spot di surf di Chiba. 

Lo stadio Koshien su questa bottiglia si trova in realtà nella prefettura di Hyogo, tra Osaka e Kobe. Questo stadio ospita il torneo nazionale di baseball del liceo che i giapponesi amano guardare in estate. 

Gli appassionati di baseball dagli occhi affamati riconosceranno immediatamente questo simpatico cartone animato come la mascotte della squadra di baseball di Hiroshima: la Hiroshima Toyo Carp.


L’ultima bottiglia sarà disponibile per l’acquisto nel Giappone occidentale come riconoscimento delle prefetture di Kumamoto e Kochi. Questi sono i luoghi di nascita di Saigo Takamori e Sakamoto Ryoma, due samurai progressisti i cui contributi hanno aiutato il Meiji Restoration o Meiji Ishin. Questo restauro si riferisce a un evento che consolidò il sistema politico sotto l’imperatore Meiji e pose fine al lungo periodo feudale del paese e consentì la modernizzazione. Questa bottiglia segna il 150 ° anniversario dell’evento che ebbe luogo nel 1868.