Questa piccola casa estiva costruita a Comillas, nel nord della Spagna, nel 1885 in un distinto colore verde protetto da enormi alberi solidi ha una chiara ispirazione esotica e rappresenta l’influenza mudéjar e orientalista dei primi lavori di antoni gaudí. questi segni di stile sono espressi sia dall’uso di materiali – pietra nella parte inferiore della casa, mattoni esposti adornati con strisce ceramiche smaltate che rappresentano girasoli e foglie – sia dall’eccezionale presenza di un minareto aereo persiano che fornisce la verticalità all’edificio completato con elementi colorati in ceramica e ghisa che puntano allo splendore dello stile liberty europeo.

Le serie fotografiche di  david cardelús catturano ‘el capricho’ da ogni possibile angolazione per darci la possibilità di esplorare il sito.

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designboomel capricho è circondato da giardini e alberi ad alto fusto

el capricho è una piccola e bella gemma nascosta circondata da un paesaggio davvero unico, uno dei pochi edifici di Gaudí fuori dalla Catalogna e che, come tutte le opere dell’architetto, mostra una grande ricchezza di dettagli e simbolismo. sicuramente uno degli elementi più sorprendenti di El Capricho è la presenza costante di piastrelle di ceramica con i girasoli, una pianta impossibile da trovare nella regione piovosa della cantabria.

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designboomper il momento della costruzione, lo stile dell’edificio era estremamente stravagante

la casa è orientata come una perfetta bussola solare seguendo il percorso dell’alba e del tramonto in concomitanza con le attività domestiche che si svolgono all’interno. il nome dell’edificio, el capricho (in inglese ‘the whim’), evoca la libertà di stile della composizione musicale ma parla anche del desiderio del committente máximo díaz de quijano di erigere un edificio con un look così stravagante per il tempo in cui un posto come comillas.

ingresso principale e minareto di influenza persiana

 

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designbooml’edificio rappresenta l’influenza orientalista delle prime opere di antoni gaudi

 

gli elementi di forgiatura sul minareto assumono la forma di note musicali perché il cliente era un musicista

 

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designboomuna tavolozza di colori distintivi in ​​verde e arancione domina

 

mattoni a vista, listelli in ceramica smaltata e elementi in ghisa sulla facciata

 

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designboomelementi in ghisa “coup de fouet” sui balconi

 

el capricho è l’unico edificio gaudí con una notevole presenza di natura

 

quattro pilastri di marmo orientati ai punti cardinali costituiscono l’ingresso dell’edificio

 

david cardeliús cattura antoni gauidí's el capricho designboomle piastrelle ceramiche raffiguranti girasoli disposti a strisce orizzontali sono intese a prendere il sole nell’edificio

 

la facciata sud dell’edificio è una grande serra

DESIGNBOOM