QUEST’AUTUNNO CINQUE FOTOGRAFI CI INVITANO A ESPLORARE NUOVI ORIZZONTI: CRETTO DI BURRI DI OLIVIERO TOSCANI, IRAN DI HARLEY WEIR, GENEVA DI PAUL ROUSTEAU, SILK ROAD DI KISHIN SHINOYAMA E BALI DI QUENTIN DE BRIEY. COME PER I PRECEDENTI VOLUMI DELLA SERIE, OGNI LIBRO EVOCA UNA CITTÀ, UNA REGIONE O UN PAESE, VISTI ATTRAVERSO GLI OCCHI DI UN FOTOGRAFO DI MODA.

In un registro piuttosto diverso dalle sue provocatorie campagne pubblicitarie, il controverso Oliviero Toscani rivisita il monumentale capolavoro di land art di Alberto Burri che copre parte delle rovine di Gibellina, in Sicilia. Questa magnifica installazione viene trasfigurata da Toscani con una estesa esperienza fotografica, diversa da qualsiasi altra realizzata prima. La londinese Harley Weir prende una boccata d’aria dalle sue immagini di moda patinate per spostare il suo sguardo sul presente e sul passato di una Persia tinta dalle realtà del nostro tempo.

Dall’altra parte dello spettro, la luce scintillante ispira il trentenne fotografo francese Paul Rousteau a catturare lo spirito ceruleo del lago di Ginevra. Famoso per i suoi nudi femminili, Kishin Shinoyama gode del lusso supremo di prendersi il tempo che serve. Negli anni ’80, ha viaggiato lungo la Via della Seta alla ricerca di nuove prospettive e incontri, un viaggio straordinario appeso al più sottile dei fili che collegano le civiltà. Lontano dagli sfarzosi resort e dalla crescente folla di turisti, Quentin de Briey rivela i contorni della vita quotidiana di Bali e delle isole vicine.

Titolo dopo titolo, emerge un ampio compendio di prospettive, che cambia con le destinazioni e che include panorami urbani e paesaggi naturalistici, scene di vita locale e lavori più contemplativi, sia in bianco e nero che a colori. Ogni titolo di “Fashion Eye” presenta un centinaio di fotografie di grande formato insieme a informazioni biografiche e a un’intervista con il fotografo o un saggio critico. “Fashion Eye” stabilisce un dialogo senza precedenti tra talenti emergenti, fotografi esperti e leggende della fotografia di moda. Pone a confronto creazioni contemporanee con tesori d’archivio meno conosciuti, creando una collezione di opere dai riferimenti preziosi e invalutabili, sia in termini di approccio che di estetica.

La raccolta Fashion Eye offre una nuova dimensione alla gamma di edizioni concepite dalla Maison. Dopo le City Guide, con la loro prospettiva fresca e non convenzionale, dedicate a metropoli conosciute e meno note ed i Travel Books che ricordano i carnet de voyage degli artisti, con questa terza raccolta, la fotografia di viaggio mostra indirettamente la moda grazie al talento di fotografi abitualmente conosciuti per il loro lavoro in questo campo. Famosi o emergenti, stelle contemporanee o figure importanti del passato, tutti danno la loro visione unica a grandi città, luoghi lontani e mete da sogno.