Immagine correlata

Dal 1998, Louis Vuitton ha instillato la propria natura nomade nelle City Guide proponendo una selezione unica e personale.

Dieci destinazioni completamente aggiornate: Parigi si arricchisce di nuovi indirizzi, seguendo la scia di Bangkok, Chicago, Istanbul, Los Angeles, Miami, Rio de Janeiro, Roma, Shanghai e Venezia. Una nuova città si aggiunge alla collezione: Madrid.

Ogni città è raccontata da giornalisti indipendenti e personalità provenienti da diversi mondi. Quest’anno, i fotografi Françoise Huguier e Ouka Leele ci invitano a scoprire rispettivamente Parigi e la nuova meta Madrid, l’attore Jeff Goldblum ci accompagna in tutta Los Angeles e l’artista Ding Yi condivide la sua Shanghai.

Rivelatrice delle ultime tendenze e novità, ogni guida si rivolge ai flâneurs, così come ai viaggiatori d’affari, o anche agli abitanti locali: maestosi palazzi e boutique hotel di charme, ristoranti gourmet e bistrot di quartiere, mercati popolari e raffinate botteghe, negozi di antiquariato e studi di design, musei e boutique, monumenti e luoghi segreti…

La visione soggettiva è protagonista della versione digitale della Louis Vuitton City Guide.

L’applicazione, disponibile su iPhone o iPad, offre l’intero catalogo di città e copre migliaia di indirizzi regolarmente aggiornati. Collaboratori speciali, eventi culturali, consulenza di esperti, portfoli fotografici: lo spirito della City Guide si evolve e prende vita. Si estende dalla Apple TV, che propone un programma di video, al Tambour Horizon, il primo Louis Vuitton connected watch, che si adatta alle applicazioni «Around me» e «24 ore». L’esperienza di viaggio diventa più intensa e  perfeziona la propria arte.