Solange Knowles, Slick Woods, Carol Lim e Humberto Leon, Hans Ulrich Obrist, Kimberly Drew e Kevin Ma, sono i nuovi protagonisti di Mercedes – Benz #Mbcollective

Mercedes-Benz presenta un altro capitolo della sua fashion story #mbcollective intitolato #WeWonder, un manifesto che riunisce sette dei visionari più innovativi e stimolanti al mondo per confrontarsi sulle potenzialità del futuro. Un futuro in cui Mercedes-Benz persegue un approccio olistico, nell’ambito della famiglia di marchi EQ che include la macchina Concept EQ, presentata come parte integrante della nostra vita quotidiana. Il progetto #mbcollective, a cui partecipano i designer Carol Lim e Humberto Leon, il direttore artistico Hans Ulrich Obrist, il fondatore di Hypebeast Kevin Ma, la scrittrice, curatrice di mostre e attivista Kimberly Drew, la modella Slick Woods e la cantante Solange Knowles, rappresenta un ulteriore passo avanti nell’impegno globale di Mercedes-Benz nel mondo della moda.

Photo Credits: Courtesy of Press Office @Mercedes

Tutti questi visionari, provenienti da ogni parte del mondo e specializzati in diverse discipline, si sono riuniti in una tavola rotonda col fine di plasmare una visione del futuro guidata dalla speranza, dall’ispirazione e dall’immaginazione, abbinandola al futuro della mobilità. Ognuno di loro avvierà un dialogo su un tema provocatorio e di grande impatto, creando un manifesto dinamico che mira a ispirare piuttosto che a fornire istruzioni.

Photo Credits: Courtesy of Press Office @Mercedes

Il manifesto di WeWonder

Nessuno può sapere come si evolverà il futuro, ma in ogni caso la moda ha la capacità di far emergere importanti quesiti sul nostro interagire reciproco. Ad esempio, come risponderà la moda al futuro che ci aspetta e al futuro della mobilità in generale? In che maniera la moda può offrire una piattaforma di discussione sulle nostre potenzialità? Allo scopo di approfondire questi temi, il manifesto #WeWonder sfrutterà una vasta gamma di canali digitali (Instagram @MercedesBenzFashion) per comunicare con le innumerevoli voci dell’industria della moda. Il futuro della mobilità sarà CASE ovvero: Connected, Autonomous, Shares & Service and Electric, che ci trasformerà tutti in passeggeri con una nuova libertà: il tempo. Cosa può significare questo? Andare al lavoro la mattina potrebbe essere ridefinito come il momento in cui ci vestiamo, per esempio trasformando l’auto del futuro in un armadio mobile. Non ingombrati dal processo di guida, il modo in cui utilizziamo questo nuovo tempo ha un potenziale illimitato.

Photo Credits: Courtesy of Press Office @Mercedes