Michael Bublé si ritira. “E’ l’ultimo album, non canto più”

4

Il crooner lascia a 43 anni: “La malattia di mio figlio mi ha cambiato la vita”. Il nuovo disco ‘Love’ uscirà il 16 novembre

Michael Bublé (Ansa)

Michael Bublé (Ansa)

Milano, 14 ottobre 2018 – C’era da aspettarselo. Troppo italiano per non farsi travolgere dalla malattia del figlio Noah e troppo innamorato della famiglia messa in piedi con la modella argentina Luisana Lopilato per non guardare negli occhi la realtà, Michael Bublé ha annunciato il suo addio alle scene. L’ha fatto con un’intervista al Daily Mail’s Weekend, parlando del nuovo album ‘Love’ – in uscita il 16 novembre sulla scia dell’interesse alimentato dal nuovo singolo When I fall in love – come dell’ultimo. “Ho realizzato il disco perfetto e ora posso lasciare davvero al top” ha detto il crooner italo-canadese, che già in estate aveva spiegato come la sua vita fosse cambiata il giorno in cui a Noah fu diagnosticato un cancro al pancreas.

“Ho sempre pensato di avere una buona visione della realtà, di essere un bravo ragazzo, ma d’improvviso c’è stata grande chiarezza… sono stato all’inferno e ora vivo senza paura”. Parte dei proventi di ‘Love’, prodotto dal cantante stesso con David Foster e da Jochem van der Saag, saranno destinati all’associazione benefica ‘Stand Up To Cancer’.

Già dai tempi del fidanzamento con la sua dolce metà, Bublé aveva detto che non avrebbe messo la carriera davanti alla famiglia. E non ha cambiato idea. “Ho deciso che non leggerò più il mio nome sulla stampa, non leggerò una recensione… Ho deciso di non usare più i social… Il mio interesse è cambiato, la mia percezione della vita è cambiata”. Noah, che ha cinque anni, è frattanto guarito, ma in famiglia niente è più come prima. “Non ero certo che avrei ricominciato a fare musica” ha spiegato l’interprete di Burnaby, 43 anni, parlando del suo ritorno in sala di registrazione. “Non ho più lo stomaco per il narcisismo della celebrità… In certi momenti capisci che la famiglia è l’unica cosa che conta. Ricordo che ero seduto in una stanza di un ospedale e mi sono reso conto quanto fossi stato stupido a preoccuparmi per le vendite dei dischi o per un premio”.

Anche se presentata come “l’ultima intervista”, ben difficilmente quella del Daily Mail potrà esserlo, visto che Michael si prepara ad un giro promozionale europeo che agli inizi di novembre lo porterà anche in Italia. “Ora io e Luisana siamo felici” assicura .”Abbiamo visto il meglio e il peggio l’uno dell’altra e questo ci ha fatto conoscere ancora meglio”.

Per scacciare lo spettro della morte con la vita, i Bublé, finito nel 2017 il calvario del loro primogenito, hanno concepito un altro erede. Anzi, una erede dal nome emblematico, Vida, nata il 26 luglio scorso. “Non sapevo che avere un altro figlio potesse essere tanto importante” confessa papà. “C’era così tanta felicità, questo grande senso di sollievo. Sapevo che, dopo due maschi, mia moglie desiderava una figlia e quando i medici le hanno detto: ‘è femmina’ ha urlato di gioia. Ora vogliamo una grande famiglia e non credo che ci fermeremo qui”.

QN