Morta Wanda Ferragamo, addio alla vedova del grande Salvatore

7
Wanda Miletti Ferragamo

Fiesole, 19 ottobre 2018 – Se ne è andata nel sonno, oggi pomeriggio, Wanda Ferragamo, grande imprenditrice, ma soprattutto grande donna, mamma affettuosa ma severa, nonna dolcissima, amica unica e sempre attenta e generosa. Il prossimo dicembre avrebbe compiuto 97 anni la Presidente Onoraria di Salvatore Ferragamo SpA, la vedova del grande Salvatore Ferragamo, “Il calzolaio dei sogni” che aveva sposato giovanissima nel 1940 e che l’aveva lasciata morendo prematuramente nel 1960.

Quel giorno di agosto la Signora Wanda, come tutti la chiamano in azienda, si è messa alla scrivania del marito, nello studio dove solo pochi giorni fa era andata come sempre, e ha creato dalle calzature l’impero del total look e dei profumi di una delle aziende stellari del made in Italy.

Sola alla guida per molti anni, poi affiancata dalla primogenita Fiamma di San Giuliano Ferragamo (scomparsa nel 1998), dal figlio Ferruccio, attuale Presidente della Salvatore Ferragamo Spa, da Giovanna Gentile Ferragamo, vicepresidente, da Fulvia Visconti Ferragamo (scomparsa nell’aprile scorso), da Leonardo Ferragamo e da Massimo che quando è morto Salvatore aveva solo due anni.

La grande imprenditrice che non ha mai messo niente prima della famiglia e dell’amore infinito per il marito che ricordava ogni giorno ed ogni momento del giorno con nostalgia e continua ammirazione, è morta al Palagio, la residenza dei Ferragamo sulla collina di Fiesole, a Maiano, circondata dall’affetto dei figli. Ora tutto parla di lei, in villa, nel giardino tanto amato pieno di quelle camelie rare che erano il suo orgoglio, e a Palazzo Feroni Spini dove ha sede l’azienda e dove dal 1960 non è mai mancato il suo impegno, il suo duro lavoro, la sua capacità imprenditoriale, il suo gusto per la bellezza di tutte le cose che la circondavano e che mostrava ai tanti ospiti internazionali.

Lascia un vuoto nella vita dei figli, dei numerosi nipoti e bisnipoti,  in tutta l’azienda che ha costruito mattone su mattone, in Italia e all’estero, in tutti coloro che l’hanno conosciuta e apprezzata. Il suo sorriso sarà la firma più bella della Ferragamo del futuro.