Primavera 2018 Calvin Klein 205W39NYC Runway Show |  Fonte: cortesia

I designer combattono per l’attenzione alla settimana della moda di New York

Ralph Lauren settembre 2017 | Fonte: cortesia

  • Escada, Longchamp tra i marchi che fanno il loro debutto alla Fashion Week di New York
  • Rihanna chiude la settimana con uno spettacolo del 12 settembre della sua linea di lingerie Savage X Fenty a Brooklyn
  • Lo scorso settembre, sei marchi hanno generato la metà del coinvolgimento del NYFW online, secondo Launchmetrics

Per la prima volta da un po ‘di tempo, la conversazione sulla New York Fashion Week riguarda i designer che stanno tornando al programma, piuttosto che chi è in partenza . Ma l’impresa continua a fare una transizione imbarazzante dalla ristorazione agli editori di riviste e dai compratori all’ingrosso ai consumatori dopo l’azione da casa su Instagram. Con oltre 100 designer sul calendario ufficiale, distinguersi non è così facile (anche se alcuni nomi importanti, tra cui Alexander Wang , hanno lasciato il programma). Alcuni sperano che un ingresso sgargiante faccia il trucco: Escada e Longchamp non si sono ancora esibiti a New York, Carly Cushniesta facendo il suo debutto da solista, e Rihanna potrebbe vincere la settimana con il suo show di lingerie Savage X Fenty. Altri – Rodarte e Proenza Schouler – stanno usando i ritorni da Parigi per generare buzz. Ralph Lauren ha il suo 50 ° anniversario, ei designer emergenti e i più grandi nomi del settore stanno sperimentando nuovi formati e location, tra cui Oscar de la Renta sul tetto degli Spring Studios. 

The Bottom Line: Nonostante il fatto che, dopo due assonnate stagioni, la New York Fashion Week sia bella e piena di grandi nomi e grandi spettacoli, non è ancora dimostrata come un prezioso strumento di marketing per la maggior parte dei partecipanti. Questa stagione sarà una prova di questo. 

La settimana della moda #MeToo

Sfilata di moda durante la settimana della moda di New York | Fonte: Shutterstock

  • Vogue non assumerà più i modelli minori di 18 anni, ma alcuni sono ancora tenuti a partecipare agli spettacoli del NYFW
  • Una proposta di legge che offre una protezione più forte per i modelli in stallo nella legislatura di New York
  • Le sfilate hanno presentato il 37 percento di modelli non bianchi loscorso settembre, rispetto al 21 percento del 2015

Difficile da immaginare, questa è solo la seconda stagione dal #MeTooil movimento è diventato virale, scatenando un’ondata di accuse che vanno dall’assalto sessuale al genere e alla discriminazione razziale. E mentre la moda ha una lunga strada da percorrere per affrontare il trattamento delle donne e delle minoranze, alcuni leader del settore prevedono di utilizzare la settimana della moda per fare progressi incrementali e far brillare i riflettori sui sostenitori di cambiamenti più radicali. IMG fornisce aree di vestizione private nel backstage delle sue sedi e ha programmato una serie di pannelli e mostre che sostengono le donne e le persone di colore che hanno lasciato il segno nel mondo della moda. Il CFDA chiede – anche se non ordina – ai membri di non utilizzare i modelli minori di 18 anni e prevediamo che molti designer si propongono di lanciare da un pool di modelli più diversificato. Alcuni sostengono che questi sono passi superficiali, anche se i designer americani ” 

The Bottom Line:  L’industria della moda una volta sembrava insensibile alle critiche riguardo alla mancanza di diversità e al trattamento dei modelli, ma sta rispondendo a una generazione più giovane di consumatori che richiedono un cambiamento. 

La moda arriva in tutte le dimensioni

Modelli in più dimensioni | Fonte: cortesia Eloquii e Navabi

  • theCURVYcon è iniziato nel 2015 ed è stato organizzato per la prima volta parallelamente al NYFW l’anno scorso
  • Le vendite negli Stati Uniti di moda plus size hanno raggiunto $ 23 miliardi l’anno scorso
  • Circa l’1% dei modelli NYFW nelle ultime due stagioni era di dimensioni maggiori, secondo The Fashion Spot

Correndo parallelamente al NYFW c’è il CURVYcon, che si autodefinisce “uno spazio per chiacchierare curvy, fare shopping curvy e abbracciare le curve”. L’evento di moda plus size, iniziato a metà giornata nel 2015, si è esteso a tre giorni, con parti del programma sponsorizzate da mega-rivenditori come Macy’s e Target. Questo è il secondo anno che verrà organizzato durante la settimana della moda, una co-fondatrice della mossa Chastity Garner Valentine dice che la BoF era necessaria perché “più le donne taglia rappresentano oltre il 60% della popolazione e ha bisogno di quella rappresentazione” durante il più grande momento dell’industria della moda . Interverranno l’attrice Gabourey Sidibe e, annuendo inclusività in entrambe le direzioni, “influencer di dimensioni dirette”. Il loro messaggio è chiaramente ascoltato. Alla NYFW, i modelli plus size sono ancora rari, ma diventare una vista più comune mentre i designer creano abbigliamento in una gamma ampliata di taglie. Ad esempio, la linea di lingerie Rihanna mostrerà il 12 settembre per 3X, con reggiseni fino a 40DDD. 

The Bottom Line: il CURVYcon è un rappresentante di spicco della moda e delle convenzioni di bellezza rivolte ai consumatori negli ultimi anni, affinando un mix di shopping, empowerment ed esperienze che vengono rapidamente adottate in tutto il mondo del retail. 

COMMENTO DELLA SETTIMANA

“Tali [acquisizioni] di solito sono preoccupanti specialmente quando l’acquirente è un VC / PE, mettendo in gioco creatività e originalità per rapidi guadagni, ma questa particolare transazione sembra piuttosto promettente in quanto entrambe le parti hanno eredità uniche e sanno spingere i confini della tecnologia e immaginazione. “

– Fulya Ilbey, commentando l’acquisizione di Thom Browne da parte di Zegna .

Collezione Thom Browne Primavera / Estate 2019 | Fonte: cortesia