Antonio Marras ha sfilato alla Milano Moda Donna per presentare la sua collezione primavera estate 2019. È una collezione di grande impatto, soprattutto i dettagli che impreziosiscono gli abiti. Lo stilista di Alghero ha recuperato al storia una principessa africana, figlia del negus di Abissina, che visse gli ultimi anni di vita in esilio all’Asinara, costretta da Mussolini. Ha quindi mixato quelli che sono i codici iconografici africani alla cultura sarda. Risultato? Motivi floreali, stampe leopardate, farfalle 3d e glicine. La principessa è una donna romantica, che nonostante le sofferenza ha conservato un animo nobile, delicato, proprio come dovrebbe essere una donna di nobili origini. I colori che predominano sono il verde militare, il nero, il giallo e molto bianco, che però non viaggia da solo ma sempre in contrasto. Molto interessante anche la performance di tanz theater tra sacchi di sabbia. Ci piacerebbe raccontare di più di questa sfilata, perché dalle immagini di agenzia, si può capire quanto Marras abbia ben lavorato. Purtroppo non ci è possibile, stiamo ancora aspettando che l’ufficio stampa ci faccia sapere che fine abbia fatto il nostro accredito. Ora, non è mai piacevole fare polemica. Noi seguiamo la moda con molta passione e onestà, chiediamo solo di essere nella condizione di fare bene il nostro lavoro, con educazione e rispetto reciproco.