“Il vintage è il punto di partenza per il futuro, non c’è nostalgia nel guardare al passato perché c’è già un futuro, che è fatto di alto artigianato”: così Ermanno Scervino racconta la sua collezione per la prossima estate, andata in passerella il 22 settembre a Milano, dove è stato presentato anche il primo profumo della maison, il cui volto è Cosima Auermann, ospite della sfilata.


Ermanno Scervino – Primavera-Estate 2019 – Womenswear – Milano – © PixelFormula

In passerella, quello che Ermanno Scervino descrive come un “sogno moderno”, dove al completo pantaloni con la giacca dalle spalle importanti si alterna l’abito d’organza arancione, perché “il massimo della femminilità è mischiare qualcosa di femminile e qualcosa di maschile, come fa Angelina Jolie, donna bella, in carriera, con una famiglia multietnica, icona di questa collezione”.


Ermanno Scervino – Primavera-Estate 2019 – Womenswear – Milano – © PixelFormula

Tra le proposte più nuove, le maglie lavorate a trecce dalla mano lucida grazie al trattamento di glassatura, che rende sostenuti anche i pizzi degli abiti e dei coat più eleganti. I trench e cappotti sono in pelle double, lavorata come seta, laminati e sfoderati; i mini abiti da giorno sono candidi, anche a sottoveste, con pizzi e ruche, mentre giacche e pantaloni sono in tessuti jacquard oro sovratinti. Gli abiti da sera in organza hanno delle ruches all’uncinetto e la vita segnata da cinture di cristalli e specchi.