PARIGI, Francia – Ufficialmente, è stata la sua collezione Primavera / Estate 2019 che il designer Esteban Cortazar ha mostrato in una regale sala revival greca all’Université Paris Descartes, ma si potrebbe essere perdonati per aver pensato che fosse Resort. Era tutto lì: i colori saturi del tramonto, il maillot stampato sulla costa, le camicie oversize e le vesti stropicciate dalla fresca valigia appena appesa alle spalle delle modelle. Questa era una collezione pensata per le vacanze al mare.

Backstage, conferma Cortazar, dicendo che lui e il suo team tornano sempre dalle loro vacanze estive e scambiano storie sulle esperienze che hanno avuto. “In quel momento che stai riflettendo sulla natura, stai elencando musica, sei con i tuoi amici.” Quella era la sensazione che voleva trasmettere.

Questa è stata una collezione forte per Cortazar, non solo perché ha raggiunto questo obiettivo, ma perché la collezione è stata più semplice e più fluida rispetto alle recenti uscite. Per comunicare il senso di agio, lui, lui stesso, sembrava prendersela comoda, e quell’approccio funzionava a suo favore. I pezzi più forti erano quelli che prendevano la sensualità e il languore di una vacanza al mare, ma spingevano le cose solo un paio di passi più avanti.

Un abito monospalla arancione bruciato con una manica drappeggiata e una fessura alta e alta con pantaloncini in pelle è stato meraviglioso, così come un top coat dégradé in tonalità scure, sorbetto, più un altro nella stessa tavolozza ma ritagliata alta in vita e con maniche che si curvano in avanti. Un abito in jersey slinky color verde smeraldo era uno schianto come lo era un lungo fluttuante a maniche lunghe da pavimento color giallo pallido, chiuso in vita da una cintura architettonica. Una tuta nera senza maniche e un abito camicia arrossato erano ammalianti nella loro semplicità. I suoi modelli erano tutte donne di colore, e non sembrava un trucco – disse che sembrava giusto, come canalizzare gli amici che servono come sue muse.

La sartoria decostruita è stata un leitmotiv, compreso il look di apertura di una giacca-giacca mezza costruita e un altro blazer con spalle scoperte e fasce per le spalle abbattute. Questi pezzi sono stati un ottimo inizio per una collezione diversa, ma qui non sono stati del tutto gel.

Cortazar avrebbe potuto anche rinunciare ai pantaloni in maglia e al top con logo abbinato ai pantaloncini da bici, anche se questi elementi riflettono quelli che si stanno rivelando le tendenze della stagione. Gli ultimi due look, un vestito ampio, con taglio diagonale, e una giacca oversize leggera sopra i pantaloni, tutti in bianco, sono stati una finitura forte. Mentre la folla usciva dalla sala in una notte autunnale nitida, non si poteva fare a meno di desiderare l’infinita estate che Cortazar aveva evocato in modo così convincente ed elegante.