LONDRA, Regno Unito – Un decimo anniversario può fare cose per una ragazza. Anche se Mary Katrantzou descrive Vangelis, Mr. Oscar-vincitore-compositore-di-carrioti-di-fuoco-e-Blade-Runner, come “la persona più incredibile che abbia mai incontrato nella mia vita”, e ha detto che ha offerto per fare musica per lei per sempre, era sempre troppo timida per accoglierlo nella sua offerta. Ma tu hai solo 10 anni una volta, quindi alla fine ha tirato su i nervi per fare la chiamata. Un po ‘esasperante per lui, perché gli ha dato solo quattro settimane di preavviso.

Tuttavia, il maestro del sollevamento ambientale è riuscito a produrre una colonna sonora originale per Mary: il decimo anniversario in tempo per il suo spettacolo all’iconica Roundhouse di Londra nella notte di sabato. E questa era solo una delle ragioni di Katrantzou per essere grato. Ha delineato gli altri nelle sue note spettacolari: i suoi genitori, il suo compagno di vita Marios e sua madre, la sua squadra, e così via. Questo è il tipo di persona che è. Mary è greca, ma nel gergo di qualcun altro, sarebbe un mensch.

Il che ha reso ancor più straordinario il fatto che, mentre lei stessa è l’essenza del calore umano, la carriera di Katrantzou è stata una così fitta e complessa trama di meccanica digitale e tecnica feroce. Era qualcosa che il suo anniversario mostrava chiaramente: ha affascinato l’occhio spesso, ha toccato raramente il cuore.

L’occhio del palcoscenico circolare del Roundhouse era avvolto in una tenda che alla fine si alzò per rivelare un decennio di disegni di Katrantzou, i semi della collezione che presentò sabato. La circolarità era simbolica. Ha chiuso la sua ultima sfilata con il cuore del suo primissimo album: le bottiglie di profumo trompe l’oeil che sono state stampate sui suoi abiti di debutto. Qui erano dipinti a mano su maglie di cristalli Swarovski , luccicanti di splendore robotico per misurare quanto Maria fosse arrivata. Erano tra i pezzi più forti della collezione, specialmente in confronto ai carapaces Fabergé che li hanno preceduti.

La sfida di Katrantzou è sempre stata come passare dai suoi primi trionfi con la stampa ingegnerizzata che era così aliena e irresistibile. Ecco dove si è intromessa la complessità palese, soprattutto con sagome trucchi. Ce n’erano sicuramente abbastanza.

Forse è stato istruttivo che lo spettacolo fosse più fluido quando il designer si è avvicinato più vicino alle sue idee originali. La sua collezione di francobolli dalla primavera del 2013, ad esempio, che riecheggiò durante l’apertura dello show. Un turno fatto di piastrine che sembravano francobolli vuoti era particolarmente efficace. Così erano le scintillanti griglie op art di farfalle, conchiglie e pietre preziose, tagliate in giacche aderenti e gonne scanalate.

“Amo quello che faccio”, ha detto Katrantzou mentre rifletteva sul suo anniversario. “Posso camminare per lavorare felice.” I punti salienti del suo spettacolo suggerivano che anche lei poteva rilassarsi un po ‘con il resto.