NEW YORK, Stati Uniti – Manhattan è stata ricoperta da una nebbia inquietante per la presentazione di primavera di Michael Kors , ma il tasso di umidità era del 97%, quindi, se non c’era il sole, c’era almeno calore a vapore per accompagnare una collezione che celebrava tropici, i Caraibi e ogni altro punto della bussola dove il sole perpetuo tiene alti gli spiriti.

Michael Kors Primavera / Estate 2019 |  Fonte: Indigital.tv

La moda sta chiaramente nutrendo la nozione di una pausa dall’assalto paralizzante del ciclo di notizie quotidiane perché le fughe di fantasia sono state un tema importante in questa settimana della moda di New York. Kors è un esperto in queste cose. Potresti dire che da decenni fa sfoggio di lussuose evasioni, riferendosi regolarmente a volti e luoghi che incarnano una vita affascinante.

Qui, ha spalancato. Qui c’era Babe Paley a Palm Beach con un tailleur trapuntato in broccato, una bummette sulla spiaggia di Goa in una maglietta da surf e un vestito a scialle floreale. Una tuta in guipure bianche ha convocato eleganti feste degli anni ’60 a Bel Air. Uno spostamento a campana e increspato in una spruzzata stampa floreale ingenua dell’artista australiana Christina Zimpel avrebbe potuto essere strappato dal guardaroba di un pulcino hippie che viveva più in alto nel canyon. Quello che ciascuna di queste visioni condivideva era la fame di giorni felici senza complicazioni, in qualsiasi momento, ma ora.

Era ancora più evidente nei look maschili che Kors ha mostrato, i pantaloncini di madras, le felpe di cashmere e la felpa color lime che evidenziano un altro dei luoghi più fantasiosi del designer: MK Beach Club Malibu.

Kors è andato un po ‘pesante con il potere del fiore. La manciata di abiti neri alla fine dello spettacolo furono benedetti dal sollievo scuro della fretta del turchese e dell’anguria. Ma certamente ha speronato a casa il suo punto.

“Raccogli buone vibrazioni”, proprio come ha detto la colonna sonora. Quindi, nel fornire un guardaroba ventilato e leggero per dissipare la nebbia, Kors ha scommesso che le cose andranno meglio? “Ci credo,” disse con fermezza. “Devo farlo.” Di questi tempi, è difficile per gli ottimisti suonare qualsiasi cosa tranne che un piccolo angolo di coda.