PARIGI, Francia – “La storia della vita: speranza, aspirazione, corruzione, collasso.” Rick Owens stava lottando con il suo umore nichilista in un giorno in cui la speranza e la disperazione si riversavano in una sala d’ascolto del Senato. Ha chiamato il suo spettacolo Babel. Al centro della grande terrazza del Trocadero, una torre scheletrica è esplosa in fiamme e ha brillato per tutta la presentazione. Le sue modelle sfilavano attorno ad essa, alcune delle quali portavano torce ardenti. La copertura dello spettacolo su internet ha già inchiodato l’inconsapevole simbolismo. “Brucia il patriarcato” era il pensiero pio.

“Babel è la storia del modo in cui funziona il mio cervello”, ha spiegato Owens, “sfarfallio tra speranza, serenità, nichilismo, ansia. Il nichilismo può essere un po ‘adolescente e drammatico. Più tardi, il fatalismo inizia quando sei più grande. Ma sono ancora drammatico. “Compie 57 anni al mese, e questo è un problema per lui. “Ma immagino che finché rimarrò fedele a quei valori fondamentali con cui tutti stanno lottando, sarò sempre pertinente. Stiamo tutti oscillando tra speranza e nichilismo “.

In quella luce, ciò che più colpiva la collezione di Rick era quanto fosse celebrativo. Alcuni modelli indossavano corone esili e spaziali. Altri avevano enormi accappatoi, perforati per fare “un merletto brutalista “. Le tende di frange di gomma roteavano. “Diana Vreeland una volta disse che la frangia è la parte più eccitante dei periodi più eccitanti”, ha detto Owens. “Gli anni ’20, gli anni ’60 …” Tra il fluttuante e il frastuono, c’erano alcuni outfit impressionanti, appuntiti, aerodinamici. Erano ali? “No, sciarpe”, ha corretto. In ogni caso, sembravano pericolosi.

Questo è spesso il caso di una donna Owens. Un guerriero, come sua moglie Michele. Ma il potere inquietante proiettato oggi dalle modelle sulla sua passerella ha ovviamente avuto una rilevanza particolare. Le sue note menzionavano gli esagoni. Per favore Signore, lascia che queste streghe facciano i loro incantesimi e facciano tutto meglio.