Romina Power dalla Venier, tra Al Bano e Kabir Bedi

19
Romina Power (Pasquale Bove)

Romina Power (Pasquale Bove)

Con gli occhiali a forma di cuore ecco Romina Power che si racconta a ‘Domenica in‘, al debutto della conduzione attesissima di Mara Venier. “Ho avuto quattro figli bellissimi e anche Al Bano ci ha messo di suo!” scherza la Power, che poi confessa il suo attaccamento al buddismo tibetano. Commozione quando entrambe raccontano l’amore per le loro mamme, che non ci sono più.

TV dei sentimenti ma anche del dibattito in questa Domenica In con ‘zia Mara’ che arriva in studio come un ologramma, in un trionfo di luci e di applausi, tubino verde scuro e giacca smoking a mascherare un po’ il seno generoso, le gambe sempre belle e affusolate sui tacchi a spillo. Trucco chiaro sotto gli occhiali un po’ da secchiona, i capelli biondi forse un po’ troppo lunghi ma belli platinati e dunque moderni.
Mara è commossa per davvero mentre Vasco canta “io sono ancora qua”, poi ringrazia tutti quelli che l’hanno richiamata e rivoluta su Raiuno, gli amici e colleghi che le hanno mandato tanti fiori, su tutti Antonella Clerici “amica vera e meravigliosa”, buon lavoro a Massimo Giletti e un ricordo limpido di Fabrizio Frizzi al quale lo studio da dove si va in scena è intitolato. “Romina non fare più la santarellina, lo hai baciato o no Kabir Bedi?”, scherza Mara. “Se non mi baciava lo facevo tornare a piedi in India!”. Prima del remake del Ballo del qua qua da ballare coi nipotini, inutile chiedere a Romina di Al Bano: “In questo studio non funziona l’audio…”.