Titanic all’asta, la società proprietaria è in bancarotta

7
In vendita 5.500 cimeli trovati nel relitto. L’offerta iniziale parte da 19,5 milioni di dollari
Una scena del film 'Titanic' (Ansa)

Una scena del film ‘Titanic’ (Ansa)

L’interesse per questa raccolta sta crescendo non solo tra gli appassionati di memorabilia. A contendersi la collezione (che comprende anche un cherubino in bronzo nella grande scalinata, un anello di zaffiro blu circondato da 14 diamanti, una serie di porcellane dalle sale da pranzo e una sezione dello scafo) ci saranno da un lato tre hedge fund che hanno effettuato l’offerta iniziale di 19,5 milioni; dall’altro una cordata di musei britannici (i National Maritime Museum del Regno Unito e i National National dell’Irlanda del Nord) che ha offerto 20 milioni di dollari, ma non è stata in grado di raccogliere i fondi per l’offerta iniziale prima che gli hedge fund lanciassero la loro proposta. I musei avevano tempo fino a ieri per presentare un’offerta concorrente pari ad almeno 21,5 milioni di dollari. Se ciò accadrà, scatterà un’asta fallimentare l’11 ottobre. E così il fascino e la storia misteriosa del Titanic non hanno fine. Nel disastro sulla rotta da Southampton a New York morirono 1.517 persone: alle 23.40 del 14 aprile 1912 il transatlantico urtò un iceberge e affondò 160 minuti dopo. Il suo scheletro giace in acque internazionali a 3.800 metri di profondità, 486 miglia dall’isola di Terranova, ed è minacciato dai batteri mangia-metallo (secondo gli esperti tra 20 anni il relitto non ci sarà più).

La nave è incisa nella Storia non solo per la grandiosità della costruzione, il lusso sfarzoso e i personaggi dell’alta borghesia imbarcati ma per la tragica fine che lo fece affondare e per le scialuppe di salvataggio insufficienti. Con i suoi 269 metri di lunghezza, la nave risulta essere la più grande mai costruita, una flotta imperiale con solo venti scialuppe. Il biglietto per la prima classe costava 60 sterline (oggi 6mila euro) mentre la traversata in terza classe (1.343) costava 2 sterline (l’equivalente della paga di un manovale in due settimane). Ad aumentare l’alone di notorietà e mistero del Titanic è l’enfasi generata nel 1998 dal film diretto da James Cameron. Ora il capolavoro vincitore di 11 premi Oscar con Leonardo DiCaprio, Kate Winslet e la colonna sonora di Celine Dion, torna al cinema per celebrare i 20 anni: nelle sale l’8, 9, 10 ottobre.
QN